Associazione

Che cosa è l'AITI?

L'Associazione Italiana Traduttori e Interpreti (AITI) è un sodalizio senza scopo di lucro di traduttori e interpreti professionisti. È la prima associazione italiana del settore non solo per l'anno di fondazione (1950), ma anche per il numero di iscritti (più di 900 alla fine del 2013).

L'Associazione raggruppa traduttori editoriali, traduttori tecnico-scientifici, interpreti e interpreti di conferenza. L'ammissione avviene sulla base della documentazione dei titoli e dell'esperienza professionale, inoltre i soci ordinari devono sostenere una prova di idoneità che simula un reale contesto lavorativo.

L'AITI è membro fondatore e rappresentante italiano della Fédération Internationale des Traducteurs (FIT), organismo non governativo formato da oltre cento Associazioni nazionali di traduttori e interpreti e che complessivamente rappresenta più di 80 000 traduttori in 55 Paesi del mondo.

L'AITI riconosce la FIT quale organismo internazionale rappresentativo della categoria e intrattiene rapporti di scambio e collaborazione con le associazioni consorelle, in particolare con quelle dell'area europea.

Scopi

Nel quadro degli obiettivi definiti dal proprio Statuto, l'AITI si prefigge di:

  • promuovere iniziative legislative volte al riconoscimento di uno stato giuridico del traduttore e interprete come professionista;
  • certificare le competenze professionali dei propri associati;
  • promuovere l’immagine e la consapevolezza del ruolo sociale, culturale ed economico dei traduttori e degli interpreti presso la committenza e le istituzioni; 
  • promuovere l'aggiornamento e la formazione continua dei traduttori e degli interpreti e il rispetto della deontologia professionale;
  • garantire, sotto l'aspetto etico e sociale, il rispetto delle migliori condizioni e prestazioni di lavoro, autonomo e dipendente, dei traduttori e degli interpreti, anche tramite l'elaborazione di contratti tipo;
  • promuovere la raccolta e la diffusione di informazioni riguardanti la professione;
  • elaborare e diffondere raccomandazioni, norme e standard sulle migliori prassi professionali
  • favorire l’accesso alla professione attraverso forme di tutoraggio con l’acquisizione di comportamenti e mentalità professionali;
  • promuovere l’attuazione dei più idonei percorsi formativi per le diverse figure professionali nel campo della traduzione e dell’interpretazione;
  • promuovere iniziative legislative affinché nei tribunali italiani i servizi di interpretazione e traduzione nei procedimenti penali vengano garantiti da traduttori e interpreti qualificati e professionali, in conformità alle normative internazionali in materia.

Struttura associativa

La struttura operativa dell'AITI si articola in un Consiglio direttivo nazionale e in 11 Sezioni regionali. Il CDN stabilisce gli indirizzi nazionali dell'Associazione e prende iniziative a livello nazionale. Le Sezioni regionali gestiscono le attività dell'Associazione a livello regionale e si occupano in particolare dell'organizzazione dei corsi di formazione continua e aggiornamento professionale.

Attività

L'AITI svolge la propria attività a livello internazionale, nazionale e regionale. A livello internazionale, l'AITI partecipa ai Congressi FIT e alle attività promosse da FIT-Europe, collabora con autorità sovranazionali. Fa inoltre parte del CEATL Conseil Européen des Associations de Traducteurs Littéraires), di PETRA (Plateforme Européenne pour la Traduction Littéraire) e di EULITA (European Legal Interpreters and Translators Association).

A livello nazionale, l'AITI è organizzata in Sezioni Regionali coordinate da una Presidenza Nazionale. Questa intrattiene rapporti con organismi nazionali (Ministeri, Commissioni, altre Associazioni di categoria, Commissione per la stesura degli studi di settore ecc.) ed esteri.  L'AITI è membro di Confassociazioni (Confederazione Associazioni Professionali), dell'UNI (Ente Nazionale Italiano di Unificazione), della Commissione del MIUR per il riconoscimento dei titoli di studio in mediazione linguistica e della Commissione del MIBACT per l'assegnazione dei Premi nazionali per la traduzione.

Organi sociali

L'Assemblea Generale dei soci si riunisce una volta l'anno per dibattere i problemi della categoria. Ogni quattro anni elegge il Consiglio Direttivo Nazionale (CDN), il Collegio dei Sindaci-Revisori e il Collegio dei Probiviri. Presiede il CDN il Presidente Nazionale, coadiuvato dal Tesoriere e dal Segretario Generale, da nove Consiglieri eletti e dai Presidenti Regionali, che sono membri di diritto. La partecipazione statutaria dei Presidenti Regionali al CDN è intesa ad assicurare il coordinamento fra i due livelli dell'Associazione.

Commissioni e funzioni permanenti

In AITI operano, a livello locale e nazionale, diverse commissioni permanenti e ad hoc il cui compito è quello di elaborare soluzioni ai problemi di interesse generale posti dai Soci alle quali viene eventualmente data esecuzione dal Consiglio Direttivo Nazionale o dai singoli Consigli Direttivi Regionali:

Privilegi del socio

Oltre ai numerosi vantaggi immateriali derivanti dall'appartenenza a un organismo che raccoglie solo professionisti qualificati e dalla consapevolezza di essere rappresentati a livello nazionale e internazionale dalla principale associazione italiana del settore, i Soci AITI godono dei seguenti privilegi:

  • possibilità di ottenere l'attestato professionale di cui all'articolo 7 comma 1 della legge sulle professioni non regolamentate (legge n. 4 del 04/01/2013);
  • opportunità di scambio e di confronto con gli altri soci;
  • partecipazione a forum di discussione online per lo scambio di informazioni su terminologia, formazione, opportunità di lavoro, fisco e previdenza, gestione dell'attività, risorse informatiche ecc.;
  • inserimento del proprio profilo professionale nell'Elenco dei Soci con maschere di ricerca mirate;
  • partecipazione ai corsi di formazione gratuiti o a prezzi agevolati organizzati dalle sezioni regionali AITI e riservati ai soci;
  • adesione alle polizze in convenzione AITI a tariffe particolarmente vantaggiose;
  • partecipazione a tariffe scontate a tutte le iniziative condotte a pagamento dall'AITI o da altri organismi convenzionati e di godere di sconti sulle pubblicazioni o sui prodotti software per i quali l'AITI stabilisce delle convenzioni;
  • abbonamento a tutti i periodici e alle altre pubblicazioni AITI;
  • accesso ai servizi di orientamento e consulenza su argomenti di interesse professionale.