Buone feste da AITI

Cari colleghi,

a nome del CDN vorrei, come di consuetudine, inviare a tutti i soci e alle loro famiglie i nostri auguri più sentiti di Buone Feste e di un 2016 all’insegna di tanti progetti interessanti a livello professionale e associativo.

Colgo inoltre l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno offerto il loro tempo, le loro competenze e la loro disponibilità nell’anno appena passato per poter fare in modo che AITI potesse continuare il proprio cammino di crescita:

- il 10 settembre è stata pubblicata la Norma UNI 11591:2015 “Attività professionali non regolamentate - Figure professionali operanti nel campo della traduzione e e dell’interpretazione e dal 12 settembre abbiamo cominciato a girare nelle Sezioni per la presentazione ai soci;

- Nell’ambito della collaborazione con la FAAM - Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori (con il sostegno economico di CARIPLO) dopo l’inaugurazione il 21 settembre del Laboratorio Formentini, abbiamo iniziato il 30 settembre con la proposta dell’evento “Che lingua mangi?” alla quale sono poi seguiti altri incontri di cui abbiamo sempre provveduto a fornire ampie informazioni;

- Siamo cresciuti anche quest’anno in termini numerici e ora siamo in 1074 soci: un network di professionisti che acquista sempre più consapevolezza della forza di essere un gruppo nel vero senso della parola e abbiamo organizzato nelle varie sezioni 52 eventi formativi;

- AITI ha potenziato la propria presenza sui vari social media raggiungendo i 10719 mi piace su Facebook, i 1134 follower su Twitter, gli 865 membri del gruppo di LinkedIn e abbiamo sviluppato la nostra app AITIconTE per iOS, Android e Windows (L’avete scaricata? L’avete consigliata ad amici professionisti e a clienti per tenersi aggiornati non solo sulle nostre attività, ma per trovare tante utili informazioni e i nomi dei professionisti per mettersi rapidamente in contatto con loro? Se non l’avete fatto, procedete immediatamente e consideratelo un altro dei tanti regali che l’Associazione ha approntato per voi durante l'anno).

Come vedete abbiamo cercato di implementare le offerte formative, di incontro, di scambio; abbiamo inoltre sviluppato nuove collaborazioni e aumentato il numero di eventi a cui abbiamo partecipato così da poter garantire una sempre maggiore visibilità ad AITI e ai propri soci sottolineando le competenze, le conoscenze e le capacità che li contraddistinguono.

Un anno quindi proficuo sotto tutti i punti di vista, un anno intenso, alle volte difficile, ma sempre ricco di grandi soddisfazioni che vanno ad aggiungersi anno dopo anno e costituiscono ormai non solo le fondamenta della nostra associazione, ma le mura portanti di questa nostra AITI, perché l’associazione non è solo di pochi, ma di tutti i soci che possono contribuire alla crescita e alla diffusione grazie anche solo a un piccolo contributo sul proprio territorio e con i colleghi. Come vedete la quota è certamente uno degli strumenti che il socio ha a disposizione per poter supportare le diverse proposte, ma allo stesso tempo la quota viene utilizzata per poter offrire a tutti i soci eventi di grande interesse e di portata anche internazionale.

Un caloroso ringraziamento quindi a tutti fiduciosi che il 2016 ci possa portare altri risultati positivi per la nostra professione.

Sandra Bertolini
Presidente Nazionale