Seminario: Empatia e prassi nell'editing della traduzione letteraria

mailto: La collaborazione ideale fra il traduttore e il revisore editoriale
Data: venerdì 25 giugno 2010 Orario: 9.30-18 con pausa pranzo e coffee break Sede: Università degli Studi di Milano – Città Studi, Via G. Colombo 62, Milano (dalla Stazione Centrale: tram 33 direzione Lambrate, fermata via Pascoli angolo Leonardo da Vinci; altre linee: 23 fermata Pascoli, 91 fermata Romagna) INFORMAZIONI GENERALI Seminario di formazione per traduttori per approfondire gli ambiti di intervento di ciascun profilo professionale (con particolare attenzione a quelli del redattore e del revisore) durante la lavorazione di una traduzione editoriale e le possibili collaborazioni fra il traduttore, il revisore esterno e il redattore interno. Il seminario sarà completato da un breve corso pratico di redazione per traduttori che si terrà in autunno; è possibile in ogni caso seguire solo uno dei due eventi formativi. OBIETTIVI DEL SEMINARIO Quando pensiamo alla parola “empatia” collegata a una traduzione letteraria, ci viene istintivamente in mente quella ideale fra il traduttore e l’autore. Ma questa capacità di profonda intesa con un altro essere pensante è un requisito fondamentale anche del revisore, che mette le proprie competenze e la propria sensibilità al servizio del testo e del traduttore. A volte – quando non si riesce a instaurare, per vari motivi, una fluida comunicazione con la redazione dopo la consegna di una traduzione – a libro pubblicato il traduttore può avere l’impressione che siano stati effettuati interventi arbitrari e peggiorativi sul proprio lavoro. Il traduttore ha però a disposizione diversi strumenti per monitorare la propria traduzione durante le varie fasi di lavorazione redazionale e per rendere il rapporto a volte problematico con il revisore (e la redazione) una collaborazione proficua. Argomenti trattati: figura professionale e formazione del redattore e del revisore; fasi editoriali della traduzione; revisione e redazione di una traduzione: uniformazione, controllo con l’originale, revisione stilistica e lessicale; la quantità, la qualità e la legittimità degli interventi di revisione; la revisione di una traduzione a più mani; strumenti del traduttore per monitorare la lavorazione editoriale della sua traduzione. Nel corso del seminario verrà illustrato il Decalogo per il processo di lavorazione delle traduzioni, elaborato a cura della Sezione Traduttori del Sindacato Nazionale Scrittori. Scopo del seminario sarà analizzare il lavoro del traduttore e del redattore dopo la consegna della traduzione, perché riescano a garantire la pubblicazione della migliore traduzione possibile. Nel corso del seminario verranno messe a confronto le esperienze di traduttori, redattori, revisori. Ampio spazio verrà dato al dibattito e alle esperienze dei partecipanti. RELATORI Laura Cangemi (traduttrice)
Yasmina Melaouah (traduttrice)
Anna Mioni (traduttrice)
Roberta Scarabelli (redattrice e traduttrice)
Donata Schiannini (redattrice e lessicografa)

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE
Il seminario è aperto ai soci AITI, con iscrizioni dal 09 giugno, e ai non soci con iscrizioni a partire dal 16 giugno.
Le iscrizioni si chiuderanno per tutti il 23 giugno e si intenderanno perfezionate solo dietro invio della ricevuta di bonifico e del modulo di iscrizione .

QUOTA DI PARTECIPAZIONE
24 euro per i soci AITI
120 euro per i non soci
La sezione emetterà regolare fattura.

Per iscriversi, inviare un messaggio a formazione@aiti- lombardia. it  specificando nell’oggetto: "Seminario redazione testi”.

DATI PER IL BONIFICO
A.I.T.I. Sezione Lombardia
Banca Popolare di Sondrio ag. 18 - MILANO
IBAN: IT69 L 05696 01617 000005497X70
Codice BIC: POSO IT 22 MIL

La partecipazione al seminario dà diritto all’acquisizione di 10 punti credito. AITI Lombardia rilascerà un attestato di partecipazione.