Aggiornamento sulla situazione dei bandi Expo 2015 per la selezione degli interpreti

La lettura attenta del bando “Procedura aperta n. 141/2014 finalizzata alla conclusione di un Accordo Quadro con un operatore economico, ai sensi dell’ art. 59, comma 4, del D.Lgs. n. 163/2006, avente ad oggetto il servizio di coordinamento, progettazione, organizzazione, realizzazione di eventi e attività connesse” (Identificativo 59270596) ha subito evidenziato alcune imprecisioni al punto 5.4 “Servizio di interpretariato interprete” dell’Allegato B - Capitolato Tecnico EVENTI, che prevedeva nelle Modalità di erogazione del servizio quanto segue:

Si richiede inoltre l’appartenenza ad associazioni internazionali o nazionali: AIIC, Assointerpreti. Expo 2015 verificherà di volta in volta nei relativi albi l’appartenenza delle persone presentate ai suddetti, riservandosi di respingere il soggetto qualora non rispondente a quanto prescritto”.

il CDN si è adoperato al meglio, utilizzando le proprie capacità e le risorse interne all’Associazione, e ha preso contatti con EXPO il 7 marzo u.s.  per richiedere la seguente rettifica, al fine di non ledere i diritti dei soci in primis e della categoria in toto:

Si richiede inoltre preferibilmente l’appartenenza ad associazioni internazionali o nazionali: AIIC, AITI, Assointerpreti. Expo 2015 verificherà di volta in volta nei relativi elenchi soci l’appartenenza delle persone presentate ai suddetti, riservandosi di respingere il soggetto qualora non rispondente a quanto prescritto”.

L’intenzione era infatti quella di relazionarci in modo propositivo ponendo dei quesiti e facendo presente che, in attesa di risposta, il CDN avrebbe provveduto a verificare eventuali costi e possibilità di ricorso al TAR. Qualora non avessimo ricevuto il riscontro desiderato avremmo inoltre interpellato anche l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.

Siamo lieti di informare i soci che l’Expo ci ha comunicato, con una e-mail indirizzata alla casella PEC della Presidenza ricevuta il 19 marzo, di aver provveduto già in data 10 marzo (in sede di risposte ai quesiti di gara eventi - prima tranche)a rettificare il punto indicato:

"PRECISAZIONE SUL CAPITOLATO TECNICO

Precisiamo che la previsione di cui al punto 5.4 recante “Servizio di interpretariato” dell’Allegato B Capitolato Tecnico EVENTI – che non rappresenta un requisito di partecipazione - ove è previsto:

“Si richiede inoltre l’appartenenza ad associazioni internazionali o nazionali riconosciute: AIIC, Assointerpreti. Expo 2015 verificherà di volta in volta nei relativi albi l’appartenenza delle persone presentate ai suddetti, riservandosi di respingere il soggetto qualora non rispondente a quanto prescritto

deve essere inteso in senso estensivo e, quindi, deve leggersi nel seguente modo:

 “Si richiede, inoltre, l’appartenenza ad associazioni internazionali o nazionali: a titolo esemplificativo e non esaustivo: AIIC, AITI, ANITI, Assointerpreti. Expo 2015 S.p.A. verificherà di volta in volta nei relativi elenchi soci/associati l’appartenenza delle persone presentate ai suddetti, riservandosi di respingere il soggetto qualora non rispondente a quanto prescritto”."

È motivo di grande soddisfazione vedere accolte le proprie istanze e sapere che l’appartenenza alle associazioni professionali viene sempre più percepita dai committenti come un valore aggiunto in base anche a quanto riconosciuto dall’art. 4.1 della Legge 4/2013.